SAVANNAH (TESTO)

SAVANNAH
(Testo: Eugenio Ciuccetti – Musica: Raffaele Rinciari)

Mastico amaro
tabacco cubano
mentre la festa
va avanti da se.

Ho già bevuto
un bicchiere di troppo
cerco un appiglio
là dove non c’è.

Corpi di donna
mi sudano accanto
qualcuna vuole
ballare con me.

Ma io non sono
capace di nulla
se non ho almeno
un barlume di te.

Savannah
al sud è tutta un’altra America
Savannah
così diversa dal Connecticut
Savannah
è un’esperienza quasi onirica
non così fredda come il Michigan
in fondo a destra verso est.

Sento la notte
la tocco con mano
chiedo alla luna
l’inferno cos’è.

Una tempesta
in un mare lontano
o un paradiso
soltanto più trash.

Bocche di donna
mi fumano accanto
vogliono tutte
stupirmi di se.

Ma io mi annoio
di tutto e di niente
se non ho almeno
un barlume di te.

Savannah
al sud è tutta un’altra America
Savannah
così diversa dal Connecticut
Savannah
è un’esperienza quasi onirica
non così fredda come il Michigan
in fondo a destra verso est.

Savannah
è un’esperienza quasi onirica
non così fredda come il Michigan
in fondo a destra verso est.