RETRÒ (TESTO)

RETRÒ
(Testo: Eugenio Ciuccetti – Musica: Raffaele Rinciari)

Vorrei scriverti una lettera
però non si usa più
con un vero foglio bianco
e una biro rossa e blu.

Una busta, un francobollo
una rosa, un’orchidea
vorrei dirti che ti amo
con la forza di un’idea.

Vorrei scriverti una lettera
però non si fa più
ci si sporcano le mani
con le biro rosse e blu.

Un profumo, una carezza
un tramonto, una marea
vorrei dirti che ti amo
con la forza di un’idea.

Retrò
è troppo tardi ormai
sono parole vuote
quando lo capirai.

Retrò
non c’è più nulla qui
è stato bello sai
ma non è più così.

Vorrei scriverti una lettera
ma non ci riesco più
ci si sente fuori posto
con le biro rosse e blu.

Un pensiero una canzone
poi un fumetto, un’azalea
vorrei dirti che ti amo
ma è una sciocca vecchia idea.

Retrò
è troppo tardi ormai
sono parole vuote
quando lo capirai.

Retrò
non c’è più nulla qui
è stato bello sai
ma non è più così.

Retrò
è troppo tardi ormai
sono parole vuote
quando lo capirai.

Retrò
non c’è più nulla qui
è stato bello sai
ma non è più così.

Vorrei scriverti una lettera
però non si usa più
con un vero foglio bianco
e una biro rossa e blu.