LA GIOVENTÙ DELLE IDEE (TESTO)

LA GIOVENTÙ DELLE IDEE
(Testo: Eugenio Ciuccetti – Musica: Raffaele Rinciari)

Prenderò il primo treno che passa
per andare fino a dove non so
forse in Messico o in Nuova Zelanda
a Parigi, Berlino o New York.

Partirò per il mondo reale
per vedere davvero com’è
per scoprire la parte nascosta
più profonda e più vera di me.

Cercherò qualche cosa da fare
la risposta ai miei tanti perché
cercherò di trovare una strada
per capire la vita cos’è.

E me ne vado da sola
con tutto ciò che mi basta
lo spazzolino da denti
i jeans, l’ipod nella tasca.

E me ne vado da sola
con tutto ciò che mi resta
la gioventù delle idee
la libertà nella testa.

E farò il primo errore che passa
per vedere il coraggio che ho
che sbagliare è una cosa normale
e non credo che mi pentirò.

Parlerò con la gente comune
sentirò la sua storia qual’ è
amerò la sua parte più oscura
la più funky e più sexy di me.

Cercherò qualche cosa da fare
la risposta ai miei tanti perché
cercherò di trovare una strada
per capire la vita cos’è.

E me ne vado da sola
con tutto ciò che mi basta
lo spazzolino da denti
i jeans, l’ipod nella tasca.

E me ne vado da sola
con tutto ciò che mi resta
la gioventù delle idee
la libertà nella testa.

E me ne vado da sola
con tutto ciò che mi resta
la gioventù delle idee
la libertà nella testa.

Prenderò il primo treno che passa
per andare fino a dove non so
forse in Messico o in Nuova Zelanda
a Parigi, Berlino o New York.